1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
 

Contenuto della pagina

L'occhio sui Cantieri

Il Policlinico di Modena è soggetto a un profondo processo di ristrutturazione. L'utente potrà verificare l'evoluzione dei principali cantieri.

2016 - 19 marzo inaugurazione della la nuova Degenza Chirurgica ad Alta Intensità e Centro Trapianti di Fegato: 28 posti letto, su 1.500 metri quadri

“Un gesto di riconoscenza verso la nostra terra”.Questa frase riassume il pensiero che ha spinto i coniugi Otello Burani e Maria Giovetti a compiere uno straordinario gesto di generosità verso il Policlinico di Modena. “Non avendo avuto la fortuna di avere figli, ci siamo a lungo chiesti come avremmo potuto impiegare al meglio i frutti del nostro lavoro”. Fu così che maturò la decisione di destinare una somma alla ristrutturazione del Dipartimento di Chirurgia e dei Trapianti tramite la creazione di un Trust, che venne istituito ufficialmente da Otello Burani e Maria Giovetti il 9 gennaio 2013, individuando come Trustee Bper Trust Company SpA, società del Gruppo BPER. I lavori cominciarono nell’agosto del 2014 e oggi, meno di due anni dopo, il sogno di Otello e Maria è divenuto realtà, dando vita a un reparto destinato alla Degenza Chirurgica ad Alta Intensità e Centro Trapianti di Fegato, dove i pazienti sono già stati trasferiti dal 9 marzo scorso.

2018 - Appalto di 25Mila metri-quadrati

Oltre 20 milioni di euro per 25mila metri quadri. Questi i numeri dell’appalto bandito dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena per la ristrutturazione e il miglioramento antisismico di cinque corpi di fabbrica del monoblocco, che cambieranno letteralmente pelle al Policlinico. Al termine dei lavori – che occuperanno il biennio 2016-2018 – il Policlinico potrà
dirsi rinato, cinquantacinque anni dopo la sua inaugurazione del 1963.

Il bando riguarda la “riparazione e ripristino delle parti strutturali non strutturali e impiantistiche di vari corpi danneggiati dal sisma”. In particolare gli interventi, oggetto di un unico appalto integrato, riguarderanno i corpi G (piani: 2,3,4,5 e le facciate esterne), E (seminterrato, piano rialzato, piani: 1, 2, 3, 4), C (seminterrato, piano rialzato, piani 1 e 5), HD1 (seminterrato, piano rialzato, piani, 1,3,5), D (piano rialzato, piani 1,2,3,4,5), per un importo complessivo di oltre venti milioni di euro. Questi ampi interventi andranno ad integrare, completandoli, i lavori di ristrutturazione, già in corso che, una volta compiuti, consegneranno alla città un Policlinico rinnovato negli ambienti e nei percorsi.

 

Tappe

  • L’aggiudicazione dell’appalto è prevista per la fine dell’anno 2015
  • I lavori si prevede vengano a completamento nella primavera del 2018

2020 - Dipartimento Materno - Infantile

Tra le novità che cambieranno il volto del Policlinico, però, c’è certo l’edificazione di una nuova palazzina che ospiterà le attività del Dipartimento materno infantile e che verrà edificata in prossimità del nuovo Pronto Soccorso. Il progetto, approvato nel luglio del 2015 dalla Conferenza territoriale sociale sanitaria (CTSS), porterà, nel gennaio 2016, all’avvio della gara per la progettazione definitiva ed esecutiva; nel gennaio 2017 sarà bandita quella aggiudicazione dei lavori che dovrebbero partire nel gennaio 2018 per concludersi entro il 2020.

 
 
  • Saluter
  • TdA ER
  • Tele&Prenota
  • Saluter
  • Numero verde
  • 118